UI Designer – Categorie Protette (L.68/99)

UI Designer – Categorie Protette (L.68/99)

Tangible
Candidati

Hai dimenticato la password? Reimpostane una nuova

In Tangible, guidiamo il cliente dalla business strategy all’esecuzione, progettando servizi innovativi e nuovi prodotti digitali. Diamo forma alle idee e trasformiamo i piani di innovazione in progetti operativi concreti e testati con le persone.

Ci sforziamo di pensare e progettare servizi e prodotti che creino impatto e beneficio al business, alle persone e al contesto in senso più ampio, che sia sociale o ambientale, per aziende attente a profitto, persone e ambiente.

Parlare di futuro desiderabile e progettare in questa direzione non è marketing per noi, ma è tangibile e abbiamo scelto di renderlo parte del nostro statuto come Società Benefit.

La persona che stiamo cercando ha queste caratteristiche:

  • conosce le best practices in tema di UI e sa organizzare il proprio progetto partendo dai fondamentali (griglie, layout, spazi, profondità e proporzioni);
  • sa lavorare evitando di creare debito tecnico: ogni scelta di design deve poter esser replicata, compresa e portata avanti anche da altri;
  • sa lavorare creando uno storico ordinato e versionato del proprio lavoro, con metodo e con i tool dedicati;
  • pensa il proprio lavoro in termini di soluzioni, complessità e scalabilità. Non graphic designer;
  • sa rimanere aggiornato/a sui propri strumenti di lavoro, sa che esiste un supporto tecnico e sa scrivergli;
  • sa accompagnare il team di Experience Design nella fase di generazione delle idee, portando la propria capacità di visualizzazione. Partecipa alle sessioni di co-design ed è consapevole di ogni scelta di design del team. Fa gioco di squadra, non opere d’arte;
  • sa leggere ed interpretare i deliverable della progettazione (wireframe, sketch, prototipi) e tradurli in mockup visual ad alta fedeltà. È consapevole di aggiungere significati attraverso il linguaggio visivo e che il proprio lavoro evolve e migliora quello degli UX designer;
  • in ogni momento si ricorda che sta progettando e disegnando per gli utenti finali del prodotto o dell’interfaccia, e non mette mai in secondo piano soluzioni di ergonomia a favore della resa estetica: progettiamo per le persone, non per i follower su Dribbble;
  • è in grado di interfacciarsi con i clienti per raccogliere, comprendere e indagare la brand identity esistente, e progettare soluzioni visive che siano coerenti e conformi a quest’ultima;
  • è in grado di progettare sistemi visivi e costruire Styleguide cross-platform, creando componenti di interfaccia riutilizzabili ed una libreria di asset visivi coerenti, che saranno il dizionario visivo per tutto il progetto e per il team di frontend;
  • ha competenze di tipografia, è in grado di selezionare ed abbinare i caratteri adeguati al progetto, al tono della comunicazione, al contenuto ed al brand del cliente;
  • pensa in termini temporali oltre che spaziali, per cui l’interfaccia non è composta solo di “pagine”, ma anche di stati e transizioni;
  • sa comunicare efficacemente con gli UX designer e con gli sviluppatori frontend e backend, per garantire il giusto passaggio di informazioni. Sa che spesso è meglio una call in più che in meno e non lascia niente di implicito o sospeso;
  • è in grado di presentare ed argomentare il proprio lavoro e le proprie scelte: ogni pixel deve avere un motivo di esserci;
  • sa chiedere e gestire il feedback del team e soprattutto del cliente, difendendo le scelte ed i ragionamenti, ma senza mai attaccamento o una posizione “sulla difensiva” nei confronti del proprio lavoro. È in grado di accettare le critiche e di migliorare costantemente;
  • è consapevole che il design è intrinsecamente iterativo ed il lavoro verrà rimaneggiato. Non si scoraggia di fronte a modifiche e rifacimenti, ma sfrutta ogni iterazione per evolvere e perfezionare il proprio lavoro;
  • capisce che il design si distingue dall’arte per la presenza di vincoli e fa dei vincoli un punto di forza: non disegna in astratto, ma si informa su ciò che ha senso e può essere realizzato;
  • capisce che “Done is better than perfect” non è solo un poster attaccato alla parete: è perfezionista, ma sa quando è ora di consegnare e non manca mai una deadline;
  • nice-to-have, ha conoscenze base di HTML & CSS.

CHI STIAMO CERCANDO:

La persona che stiamo cercando è abituata a lavorare con gli altri in maniera costruttiva e collaborativa perchè attività di team e co-design sono parte integrante del nostro processo. Allo stesso tempo, rispetta i colleghi quando sono concentrati su altre attività perché sa quanto siano nocive le interruzioni e il context switch. Nel tempo, ci aspettiamo che arrivi a guidare altre persone, appartenenti sia a team interni che esterni, mostrando capacità di coordinamento, organizzazione e, non ultimo, serietà e responsabilità perchè sarà a diretto contatto con i Clienti.

Cerchiamo una persona appassionata del proprio lavoro e di nuove tecnologie, che ami condividere conoscenze e confrontarsi con il team, che sia curiosa in particolare verso tutte le discipline e competenze che gravitano intorno alla user experience (customer experience, service design ecc..).

In virtù del ruolo di guida e coordinamento che riveste un designer in Tangible, è basilare avere ottime doti comunicative, sia orali che scritte. Per questo motivo è importante per noi che il/la candidato/a ponga attenzione alla correttezza (grammaticale, sintattica e formale) e chiarezza nella scrittura di testi principalmente in Italiano, ma anche in inglese.

Rappresenta un valore aggiunto l’aver presenziato a conferenze di settore in qualità di partecipanti e/o speaker e la conoscenza delle metodologie agili.

COSA OFFRIAMO:

  • Sede e remote working
    La sede di lavoro è a Santarcangelo di Romagna, vicino a Rimini.
    Le nostre policy sul remote working prevedono il vincolo di presenza in ufficio solo per alcune attività. Leggi le policy sul nostro Playbook.
  • Benefit
    • Ufficio con spazi relax e cucina;
    • Acqua, caffè e snack a volontà;
    • Accesso gratuito a eventi pubblici, eventi interni e coaching organizzati da Tangible.
    • Portatile Apple e software forniti;
    • Compensi e Bonus (leggili tutti sul nostro Playbook)

SE VUOI CANDIDARTI:

In virtù del ruolo che dovrai ricoprire, ti chiederemo di raccontarci il processo che usi, i deliverable che produci e i progetti su cui hai lavorato. Per essere ammessi al colloquio di selezione, dovrai inviarci il tuo curriculum vitae (nella forma per te preferita) e un portfolio che sappia esprimere in modo efficace quali sono gli strumenti che usi e le decisioni che abiliti, come ti organizzi e come abiliti il lavoro altrui. Qualunque altro materiale riterrai utile inviarci per farci capire come lavori sarà apprezzato e tenuto in considerazione.

La conoscenza della lingua inglese a livello B2 o superiore (certificata) è un parametro che verrà valutato in termini di retribuzione e percorso di crescita.

CATEGORIE PROTETTE – Art. 1 (disabili) & 18 (Categorie protette) Legge 68/99

Candidati

Hai dimenticato la password? Reimpostane una nuova